NEWS
OPINIONI
Fermiamo i cambiamenti climatici: stop finanza insostenibile
Se vuoi vivere ecosostenibile rispettando la Terra e sei Bio, ricicli, riusi e condividi la lotta ai cambiamenti climatici generati dal riscaldamento globale del Pianeta non puoi avere Azioni o Fondi dell’Industria dei combustibili fossili. Firma la petizione #StopFinanzaInsostenibile da consegnare al Ministero dell'Ambiente.
Gilet gialli: Voi mi parlate della fine del mondo, io vi parlo della fine del mese
Gilet gialli: "Voi mi parlate della fine del mondo, io vi parlo della fine del mese".
La politica con la “P” maiuscola è degna di questo nome solo se prepara alle sfide a lungo termine occupandosi nel frattempo dei problemi imminenti. Cosa ne pensi?
New York Times Magazine's Climate Change Investigation - 5 August 2018
“Losing Earth”. Non è un fanatico ambientalista ma il New York Times a raccontare gli sforzi, nell'ultimo quarto di secolo, delle industrie dei combustibili fossili per inibire la scienza, confondere l'opinione pubblica e corrompere i politici. 1/3a Puntata Leggi il Prologo
INSOSTENIBILMENTE
Giovanni Pivetta
Non sono mai stato un ambientalista. Non mi considero nemmeno un naturalista. Ho vissuto quasi tutta la mia vita in città, godendomi i piaceri del consumismo con grande spensieratezza, sono figlio del miracolo economico italiano...
RIGO ROSO
Cristiana Ceruti
Per i gas serra (o gas climalteranti), passateci la battuta, sono stati mesi caldi... tra politiche europee a zero emissioni nette entro il 2050 e pacche sulle spalle "autoreferenziali" per l'efficienza del nostro sistema energetico.
VISIONI
La Donna Elettrica - VIDEOTECA ECOSOSTENIBILE
VIDEOTECA ECOSOSTENIBILE
Halla è una donna single di circa cinquant'anni che dirige un piccolo coro nella verde ed educata Islanda. La sua esistenza quotidiana e insospettabile nasconde un segreto: Halla è infatti anche l'ecoterrorista a cui il governo e la stampa danno la caccia da mesi, per i ripetuti sabotaggi che ha compiuto contro le multinazionali siderurgiche che stanno attentando alla sua splendida terra.
Cambio rotta – Storie di sostenibilità e successo
VERBA VOLANT
Storie di sostenibilità e successo
di Rebecca De Fiore, Luca Forestieri, Alessandro Magini, Elisa Tasca, Francesco Tedeschi
Editore Mondadori Electa / Focus
Euro 16,06

Cinque straordinarie storie italiane per spiegare come la sostenibilità non sia una rinuncia o un dovere, ma un vantaggio immediato per chi la pratica e soprattutto per il pianeta e per tutti i suoi abitanti.
Partecipa anche Tu al Global Strike for future (2)
DE VISU
Appello ai giovani (e non solo) di tutto il mondo. Noi scioperiamo per dire ai nostri governi di fare i loro compiti e darne prova! Non possiamo salvare il mondo giocando secondo le regole. Perché le regole devono essere cambiate. Per 40 anni, di tutti i colori politici, hanno perso la guerra al cambiamento climatico! Ora c'è solo il tempo di ridurre la quantità di catastrofi.
Futuro di Gianlo Gian Lorenzo Ingrami
VIS COMICA
Non basta la foto bufala della strada lasciata sporca dagli studenti in chissà quale piazza italiana - alcuni dicono a Milano - nonostante risalga a diversi anni fa, le teorie rivolte verso Greta Thunberg e gli attacchi verso i ragazzi che hanno deciso di manifestare non accennano a fermarsi e se ne parlerà per tanto tempo ancora.
VIDEO NEWS
Dal Corriere.it "DATAROOM" di Milena Gabanelli - È maggio 2018, e un quotidiano svedese organizza un concorso. Lo vince la sedicenne Greta Thunberg con un tema sull’ambiente...
Dal Corriere.it "DATAROOM" di Milena Gabanelli - Uno dei principali effetti dei cambiamenti climatici è l’aggravarsi della scarsità di acqua, che oggi a livello mondiale coinvolge 2 mld di persone.
Dal Corriere.it "DATAROOM" di Milena Gabanelli - Ogni anno l’economia mondiale consuma quasi 93 miliardi di tonnellate di materie prime tra minerali, combustibili fossili, metalli e biomassa. Di queste, solo il 9% sono riutilizzate.
IMAGO
  • Nell’ultimo anno ci sia stato un drastico calo degli sbarchi in Italia. Dal 1 agosto 2018 al 31 luglio 2019 sono sbarcate sulle coste italiane 8.691 persone, cioè il 79,6% in meno rispetto all’anno precedente. Sappiamo che, al 14 agosto 2019 il Paese europeo che ha accolto più migranti nell’anno in corso è stata la Grecia, con 26.767 persone. La Spagna è stato il secondo Paese per numero di migranti accolti con 18.017.
  • Le inchieste collegate alla tragedia dello scorso 14 agosto registrano due passi avanti. Da un lato la Guardia di finanza ha sequestrato nella sede di Atlantia un documento digitale che indica tra il 2014 e il 2016, un «rischio crollo» per il Morandi, mentre dal 2017 la dicitura diventa «rischio perdita stabilità».
  • Una fiammata si muove attraverso il Deepwater National Park nel Queensland il 28 novembre 2018. Secondo i nuovi rapporti, dal 2014 al 2018, sono gli anni più caldi mai registrati nei 139 anni in cui la National Oceanic and Atmospher Administration (NOAA) ha seguito il riscaldamento globale. Il pianeta si sta riscaldando e non c'è alcun segno di fermarsi.
  • Sebbene il muro sia finalizzato a fermare i migranti, i rollback ambientali potrebbero incoraggiare una maggiore migrazione. Il presidente Trump probabilmente deriderebbe qualsiasi suggerimento che il suo desiderio di un muro al confine tra Stati Uniti e Messico abbia qualcosa a che fare con il cambiamento climatico.
  • L'Asia è stata colpita nel 2018 da una serie di eventi meteorologici estremi come inondazioni e tifoni, e le prospettive per i prossimi decenni sono desolate con temperature in aumento destinate a stimolare casi di inondazione ancora più gravi.
  • La zona di esclusione di Chernobyl mostra uno scorcio di un mondo inospitale alla vita ancora radioattivo trentatreanni dopo. Secondo un nuovo documento sulla politica climatica, gran parte della Terra potrebbe apparire uguale entro il 2050 se gli umani non agissero rapidamente per mitigare il riscaldamento globale. Oggi è una destinazione turistica a cinque stelle.
  • “What do we want? Climate justice! When do we want it? Now!”. È un coro potente, quello gridato dai 25 mila manifestanti presenti in Piazza del Popolo a Roma in occasione del “Fridays for future”.