di Redazione
14 Febbraio 2017

Gunter Pauli inventore della Blue Economy

Primo summit italiano sulla Blue Economy

Il primo focus riguarda “Un Mediterraneo piccolo piccolo”, ovvero le conseguenze della crisi geo-politica su alcune attività trainanti come crociere, traffico di traghetti e fruizione delle coste. Il Forum è organizzato da C&G Blue Vision di Giorgia Bucchioni per Il 21 febbraio alle 9:30 nella sede di Unioncamere in piazza Sallustio a Roma e si confronteranno Blue Vision, Legambiente, Unioncamere e Lifegate sulle tematiche relative alla Blue Growth, ovvero alla crescita di un’economia legata alle potenzialità e alla salvaguardia del mare.

Cos’è la Blue economy?

La Blue economy è un modello di business che si occupa della creazion, a livello globale, di un ecosistema sostenibile grazie alla trasformazione di sostanze precedentemente sprecate in merce redditizia. È un’evoluzione della green economy: mentre questa infatti prevede una riduzione di CO2 entro un limite accettabile, l’economia blu prevede di arrivare ad emissioni zero.

Inoltre l’obiettivo della blue economy non è investire di più nella tutela ambientale, ma innovare l’economia utilizzando i benefici prodotti da sostanze già presenti in natura, effettuare minori investimenti, creare più posti di lavoro e conseguire un ricavo maggiore.

Le basi di questo principio si fondano sulla biomimesi, lo studio e l’imitazione delle caratteristiche delle specie viventi per per trovare nuove tecniche di produzione e migliorare quelle già esistenti.

Gunter Pauli: Saranno i bambini a inventare il futuro green

Per Gunter Pauli alla Cop21 si è cercato il consenso ancor prima di cominciare, con il risultato che si è annacquato tutto. Ma non possiamo aspettare oltre: bisogna iniziare subito a fare sul serio, superando gli accordi globali. Occorre agire a livello locale e nelle città puntando su modelli differenti di business e sulla valorizzazione dei territori.
Leggi l’articolo di Sergio Ferraris su Materia Rinnovabile

Biografia di Sergio Ferraris

Nato a Vercelli, giornalista professionista, scrive di scienza e tecnologia mettendole caparbiamente in relazione ai problemi ecologici e sociali. Si occupa di questioni energetiche, con particolare attenzione alle rinnovabili, la ricerca nel settore delle energie verdi e alle problematiche legate a nucleare e alle fonti fossili. È direttore responsabile della rivista QualEnergia di Legambiente, del portale QualEnergia.it e collaboratore, per le questioni energetiche, del mensile di Legambiente La Nuova Ecologia.
Altre news su Sergio Ferraris

Approfondimenti & correlati