di Redazione
28 agosto 2018
Emanuele Bompan

La bufala della crociata OMS contro il parmigiano
Il parmigiano fa male? L’olio d’oliva da bandire? Milioni d’italiani si sono indignati per la “bufala” del bollino nero dell’OMS. Secondo questa fake news alcuni prodotti tipici della dieta mediterranea, fra cui parmigiano e prosciutto, olio d’oliva e pizza, sarebbero stati inseriti dalla Organizzazione Mondiale della Sanità in una fantomatica lista nera. In realtà l’OMS, ben lungi da voler distruggere la dieta mediterranea, come ventilato da qualche politico complottista o poco informato – incluso il ministro Centinaio – ha lanciato un allarme sul controllo dei cibi responsabili di una crescente piaga: le malattie croniche, come cancro e malattie cardiache.
Quasi 40 milioni di persone muoiono ogni anno perché affette da malattie croniche (il 72% della mortalità globale), di cui 15 milioni in età inferiore ai 60 anni. E non solo nei paesi più sviluppati o in tarda età. Il boom di junk food e di inquinamento ambientale nei paesi in via di sviluppo, ha accelerato la diffusione delle malattie croniche: oggi i tre quarti dei decessi globali e l’80% della mortalità prematura causata da queste condizioni accade nei paesi più poveri.

Continua a leggere l’articolo di Emanuele Bompan su Materia Rinnovabile

Biografia di Emanuele Bompan

Emanuele Bompan è giornalista e geografo. Si occupa di cambiamenti climatici, energia, green-economy, politica internazionale, politica americana. Vive tra Washington D.C. e Milano, dirige “Materia Rinnovabile” e collabora con testate come “La Stampa”, “BioEcoGeo”, “GQ”, “Equilibri”, “La Nuova Ecologia”. Ha un dottorato in Geografia e collabora con ministeri, fondazioni e think-tank. Offre consulenza a start-up green e incubatori specializzati in clean-tech.

Tra i suoi scritti: “Bioarchitettura”; “Il mondo dopo Parigi. L’accordo sul clima visto dall’Italia” (con Sergio Ferraris); “Che cosa è l’economia circolare” (con Ilaria N. Brambilla). Ha vinto per quattro volte l’European Journalism Center Grant, una volta la Middlebury Environmental Journalism Fellowship ed è stato nominato ‘Giornalista per la Terra’ 2015. Ha svolto reportage in 70 paesi, sia come giornalista che come analista.

Approfondimenti&correlati