Asbeschool, stop amianto nelle scuole

Ferrandina, Basilicata, la discarica di Eternit della ex Materit

Amianto: mezzo milione tra studenti e personale a rischio

Sono 2.400 le scuole in Italia contaminate dall’amianto, 350.000 gli studenti e 50.000 i docenti e non docenti esposti. Sono i dati forniti dall’Osservatorio nazionale amianto, diffusi oggi alla Camera sui 25 anni dalla legge sull’amianto. Il Ministero della Salute ha reso noto che sono circa 3000 i casi all’anno di malattie in Italia legate a questo materiale.

Di queste, 1.500 sono i casi di mesotelioma, tumore al polmone spesso mortale. Tutti i relatori hanno messo in luce la carenza di discariche in Italia per l’amianto, cosa che blocca le bonifiche, e la mancanza di una mappatura completa dei siti a rischio.

In Italia secondo il Ministero dell’Ambiente i siti a rischio mappati sono 53.000, un elenco ancora incompleto per le carenze di molte Regioni (la Calabria fino al 2014 non aveva mai fornito dati). Per l’Ispra, l’istituto di ricerca del Ministero dell’Ambiente, sono 380 i siti più a rischio, con amianto friabile. Per bonificarli servirebbero 40 – 50 milioni all’anno per almeno tre anni.

Asbesto 2.0, il programma del Ministero dell’Ambiente

Nasce da un protocollo d’intesa firmato dal ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dalla struttura di missione per l’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La novità, spiega una nota della struttura di missione, è il ricorso alle più moderne tecnologie di telerilevamento, mediante l’utilizzo di droni dotati di telecamere ad alta risoluzione. I risultati del progetto pilota, che inaugura una metodologia che potrà essere progressivamente estesa sul territorio, forniranno, per la prima volta, un quadro omogeneo e scientifico del fenomeno a livello nazionale.

Il progetto è condotto da Ancitel e Sogesid. È previsto anche il coinvolgimento del Cnr con un ruolo centrale di validazione scientifica delle metodologie adottate. La nota ricorda che la Legge 93/2001 e il relativo D.M. 101/2003 istituiscono la mappatura della presenza di amianto sul territorio nazionale, il cosiddetto piano nazionale amianto. La realizzazione di tale mappatura è a cura del MATTM. Le Regioni hanno l’obbligo di trasmettere al Ministero i dati relativi alla presenza di amianto entro il 30 giugno di ogni anno. Ad oggi i dati delle Regioni risultano molto incompleti e non omogenei.

Il docufilm AsbeSchool, stop amianto a scuola

“AsbeSchool – stop amianto a scuola” è un reportage e un documentario d’inchiesta realizzato, dopo due anni di ricerche e indagini, dalla giornalista Stefania Divertito e con la regia di Luca Signorelli. Finanziato dal crowdfunding, e in parte autoprodotto, AsbeSchool sarà proiettato in anteprima nazionale il 27 marzo 2017 alla Camera dei Deputati.

AsbeSchool è un reportage e un documentario di inchiesta: gli autori hanno girato tra Bari, Firenze, Casale Monferrato, Rosignano, Sardegna, Roma. Per seguire gli autori Asbeschool, Stop amianto a Scuola.

A 25 anni dal bando siamo pieni d’amianto

“È incredibile che ancora oggi ci siano studenti esposti all’amianto”, denuncia il pm torinese Raffaele Guariniello, intervistato in AsbeSchool. “Il problema dell’amianto nelle scuole non può essere affrontato caso per caso, per ogni singola scuola. Ma è un problema nazionale e chi ci governa deve farsene carico.”

Su Ansa Ambiente Trailer documentario Asbeschool su amianto nelle scuole
Per approfondire leggi il reportage di Rosy Battaglia Il prezzo pagato dall’Italia per l’Amianto

POTREBBERO INTERESSARTI