di Giovanni Pivetta
22 Ottobre 2018
Energia, il consumo intelligente o risparmio energetico è garantito

La Lingua italiana e le parole dell’Ambiente

Com’è noto, il linguaggio del mondo dell’energia adopera numerosi termini tecnici inglesi: smart home, green job, car sharing, ecc. Durante la campagna di sensibilizzazione L’energia parla italiano lanciata nel 2017, l’Accademia della Crusca ha proposto la traduzione italiana di dieci parole-chiave del risparmio energetico, selezionate insieme a ENEA: efficienza energetica, casa intelligente, etichetta energetica, ecobonus, economia circolare, impronta di carbonio, lavori verdi, mobilità sostenibile, led, emissioni zero.

L’Accademia della Crusca ha approfondito l’argomento per ribadire la necessità di usare un linguaggio trasparente, che renda accessibile il significato di alcuni tecnicismi ormai diffusi nell’uso. Un linguaggio chiaro è fondamentale per informare, ma anche per sensibilizzare al tema del risparmio energetico: scopo dell’incontro è stato infatti quello di attirare l’attenzione sull’importanza dell’efficienza energetica e del consumo consapevole.

Che cos’è il Risparmio energetico?

L’insieme delle azioni finalizzate a risparmiare energia; più in particolare, la riduzione degli sprechi di energia e di risorse nelle attività quotidiane e nella produzione industriale. Le strategie per il risparmio energetico, reso più impellente dalla diminuzione delle risorse naturali e dal notevole aumento delle emissioni inquinanti e dei gas serra, sono varie e riguardano il settore industriale, quello dei trasporti e quello residenziale.

Senza l’Italiano non ci può essere risparmio energetico

Senza l'Italiano non ci può essere risparmio energetico

Dall’Accademia della Crusca e dell’ENEA per il risparmio energetico

L’importanza di comunicare anche in questo campo in modo trasparente è fondamentale. Il linguaggio attraverso cui si parla di energia e risparmio energetico dovrebbe essere pensato e calibrato affinché risulti chiaro e comprensibile al vasto e variegatissimo insieme dei destinatari di tale comunicazione (basti pensare al dislivello di istruzione in Italia che è emerso dagli ultimi dati ufficiali Istat del 2011).

Approfondimenti&correlati