di Irene Frau
1 aprile 2016
Petrolio e politica dei veleni

Indagata l’Eni per traffico e smaltimento illecito di rifiuti[/caption]

Ancora una volta, il petrolio non avvelena solo l’ambiente ma anche la politica. È stato accusato di traffico di influenze illecite il compagno dell’ormai ex ministro Guidi Gianluca Gemelli, titolare della Its Srl, della Ponterosso Engeneering e commissario di Confindustria Siracusa. Nella richiesta di misure cautelari, Gemelli risulta sfruttare la relazione di favore con la Guidi per ottenere da Giuseppe Cobianchi, dirigente della compagnia petrolifera Total, le qualifiche necessarie per entrare nell’elenco dei fornitori della multinazionale francese e per partecipare alle gare di progettazione ed esecuzione dei lavori nell’impianto petrolifero estrattivo a Tempa Rosa.

Federica Guidi è stata intercettata dagli inquirenti mentre rassicurava il suo compagno Gemelli sull’approvazione di un emendamento – complice anche il Ministro Boschi – che prevede l’inserimento della Total nella Legge di Stabilità. Pur dichiarandosi in buona fede, ieri sera la Guidi ha subito rassegnato le sue dimissioni col benestare di Renzi, in questi giorni in visita negli USA in occasione dell’inaugurazione della centrale geotermica, fotovoltaica e solare termica, primo impianto ibrido al mondo progettato da Enel Green Power di Stillwater.

L’inchiesta coinvolge anche l’Eni per traffico e smaltimento illecito di rifiuti nel centro oli di Viggiano, Potenza, dove le attività di produzione petrolifera sono state sospese. Indagati i dirigenti del centro Val d’Agni per aver falsificato le qualificazioni dei rifiuti pericolosi compromettendone il corretto smaltimento oltre ad aver arginato le comunicazioni dello sforamento dei limiti di emissioni in atmosfera di sostanze inquinanti.

Sono sessanta gli indagati e sei ai domiciliari: Rosaria Vicino, ex sindaca del Pd di Corleto Perticara, Vincenzo Lisandrelli (coordinatore ambiente del reparto sicurezza e salute all’Eni di Viggiano), Roberta Angelini (responsabile Sicurezza e salute dell’Eni a Viggiano), Nicola Allegro (responsabile operativo del Centro oli di Viggiano), Luca Bagatti (responsabile della produzione del distretto meridionale di Eni), Antonio Cirelli (dipendente Eni nel comparto ambiente).

Approfondimenti&correlati